8 Aprile 2021

Agricoltura sociale e green-care

la terapia passa per le mani dell’agricoltore

Ultimo incontro del ciclo di seminari promosso da Agricoltura è

Presente l’esperto Rocco Arcaro

Ottavo ed ultimo modulo del ciclo di seminari inseriti nel progetto “Agricoltura: Laboratorio di Arte, Cultura, Ambiente e Benessere” promosso da “Agricoltura è”, associazione dell’ANPA - LiberiAgricoltori Calabria e cofinanziato dal FEARS – PSR Calabria 2014/2020 nella misura di sostegno per progetti dimostrativi e azioni di informazione. Dalla cura e riabilitazione alla ricreazione, analizzando in modo capillare, le svariate forme dell’Agricoltura Sociale, tema importante già oggetto di discussione nei primi incontri e che nell’ultimo seminario ha consentito ai numerosi convenuti, di approfondire meglio gli aspetti di questo tanto diffuso quanto complesso aspetto dell’agricoltura multifunzionale.

A favorire il dibattito e fare luce sulla tematica, la presenza del Dott. Rocco Arcaro, esperto nel campo dell’Agricoltura Sociale, il cui approccio empirico ma al contempo scientifico e sociologico, per molti tratti profondo e radicato, ha concesso un’ampia analisi del tema, offrendo diversi punti di vista e nuovi spunti di riflessione.

A precedere il relatore ospite, il consueto preambolo a cura della Presidente di “Agricoltura è” Calabria, Rosa Critelli, questa volta incentrato sulle molteplici forme dell’agricoltura sociale. Le attività, i progetti, gli strumenti, ma soprattutto i soggetti tra gli elementi fondamentali che Critelli ha messo al centro del settore di riferimento, ponendo in rilevo le persone quali destinatarie di ogni fine e per le quali si modella l’offerta che ogni azienda punta a rilasciare. L’agricoltura con tutte le sue risorse, dalle piante agli animali, passando per il paesaggio, diventa così terapia per le persone più svantaggiate e con disabilità ma anche per anziani e bambini.

 

6 Aprile 2021

Le Cure Verdi nella Fattoria Sociale

Dalla cura e riabilitazione alla ricreazione: quali sono le forme dell’Agricoltura Sociale. Come l’Agricoltura con tutte le sue risorse: le piante, gli animali, il paesaggio, la natura…, diventa terapia per le persone più svantaggiate e con disabilità ma anche per gli anziani e i bambini che sono soggetti abili ma fragili.

Di questo discuteremo nell’ultimo modulo dei seminari previsti nel progetto: Laboratorio di Arte, Cultura, Ambiente e Benessere con il Dott. Rocco Arcaro, esperto di Agricoltura Sociale.

 

1 Aprile 2021

La tutela della biodiversità agricola

attraverso il metodo dell’agricoltura biologica

La tutela dei cicli biologici naturali e l’interazione con il territorio

nel settimo incontro di Agricoltura è

L’ambiente quale luogo in cui si svolge l’attività agricola, quindi, lo strumento principale che l’uomo utilizza a fini produttivi e, nello stesso tempo, l’agricoltura componente essenziale dell’ambiente e del paesaggio. Su questa vasta tematica ha posto le basi il settimo modulo del ciclo di seminari promosso da “Agricoltura è”, associazione dell’ANPA - LiberiAgricoltori Calabria, nell’ambito del progetto “Agricoltura: Laboratorio di Arte, Cultura, Ambiente e Benessere”. Ospite dell’incontro il Dott. Maurizio Agostino, esperto nel campo dell’agricoltura biologica, che ai presenti ha offerto una accurata e dettagliata relazione sulla tutela della biodiversità agricola proprio attraverso il metodo dell’agricoltura biologica.

«Quando parliamo di agriturismo dobbiamo immaginare una vetrina del territorio, un luogo di incontro che unisce aspirazioni, desideri e necessità», la definizione fornita ai presenti dalla presidente di “Agricoltura è”, Rosa Critelli, la quale ha aperto l’incontro con una serie di slide ed immagini volte a rimarcare il connubio vincente tra l’agricoltura ed il territorio, soffermandosi particolarmente sul settore agrituristico. L’agricoltura si porta così al centro di molteplici realtà che ci circondano come l’ambiente, il paesaggio agrario, lo stesso territorio e dunque la biodiversità nel suo insieme. La presidente ha quindi ragionato con i convenuti in merito agli obiettivi che l’agricoltore si prefigge nella sua quotidiana attività, per poi analizzare il desiderio di chi abbia la volontà di trascorrere in un agriturismo le proprie vacanze, «occasione importante per vivere in modo diverso il territorio». Diversificare le produzioni diviene così importante per poter offrire ai turisti quanto più possibile, orientando la propria attività verso processi produttivi sempre più indirizzati alla tutela della biodiversità.

L’incontro è quindi entrato nel vivo con la lectio del dott. Agostino con una rapida illustrazione della situazione inerente l’agricoltura biologica in Calabria e nel resto del Paese, con indici relativi ai numeri di produttori, trasformatori, operatori complessivi, la SAU biologica e la percentuale di differenza tra la SAU totale e Biologica.

«L’agricoltura biologica è un metodo di produzione alimentare che promuove e tutela i cicli biologici naturali e la loro interazione con il clima ed il suolo», definizione importante, ha spiegato Agostino, senza la quale non si può discutere di tale tipologia di agricoltura. L’esperto ha dunque spiegato come l’esclusione della chimica di sintesi, erroneamente indicata quale principale definizione dell’agricoltura biologica, è solo una conseguenza rispetto a quanto affermato. Dunque si è passato all’analisi delle molteplici forme di bioagricoltura.

Agostino ha quindi presentato ai convenuti alcune delle realtà e degli organismi maggiormente impegnati a livello planetario per guidare il cambiamento, lavorando per la vera sostenibilità in agricoltura, come ad esempio l’IFOAM - Organics International, rimarcando in modo particolare il “principio del benessere” sposato da questa realtà del settore, «un principio volto a concepire l’agricoltura biologica quale sostegno e ausilio per il benessere del suolo, delle piante, degli animali, degli esseri umani e del pianeta tutto». Un principio che, ha sottolineato il relatore, si sposa particolarmente con il periodo pandemico che da oltre un anno stiamo attraversando. «Questo principio sottolinea che il benessere degli individui e delle comunità non può essere separato dal benessere degli ecosistemi».

Nell’agricoltura biologica, ha proseguito l’esperto nella relazione, è altresì rilevante il principio dell’equità, dove, se voglio rispettare la vita umana, allora devo tutelarla in primis con pari condizioni di dignità e opportunità per quanti siano interessati nelle varie fasi del settore.

Nell’ambito dei principi ha quindi preso la parola il Presidente di ANPA - LiberiAgricoltori Calabria, Giuseppe Mangone, rilevando come, malgrado la crescita del consumo dei prodotti bio, non vi sia ancora una vera consapevolezza dei principi dell’agricoltura biologica. «L’orientamento è ancora basato solo sul prezzo - ha affermato - vi è ancora un atteggiamento ostile da parte della grande distribuzione, specialmente in Calabria, che tende a non valorizzare il prodotto a marchio bio, incentivando i produttori a presentare un prodotto declassato».

Pensiero condiviso ampiamente da Agostino che dopo aver offerto un suo personale parere, è tornato alla relazione, argomentando sul funzionamento dell’ecosistema naturale e i requisiti propri dello stesso. Quindi si è spostato sull’analisi delle caratteristiche e conseguenze dei sistemi agricoli specializzati “industriali”, soffermandosi su quelle conseguenze che rappresentano seri problemi per l’ambiente.

La relazione dell’esperto ha quindi mostrato a quanti hanno assistito per via streaming, il funzionamento dei sistemi colturali con valenza conservativa, passando dal sistema di rotazione delle colture erbacee, capaci di aumentare la biodiversità agricola e accrescere la copertura del suolo da parte delle coltivazioni, alla pratica del sovescio, l’inerbamento delle colture arboree, le consociazioni agrarie, le coltivazioni promiscue arboree-erbacee ed il collegamento tra agricoltura e allevamento.

L’intervento di Agostino si è avviato alla conclusione posando l’attenzione sulla fertilità organica dei suoli, un fattore da tutelare in modo imprescindibile, con l’invito ad una maggiore tutela dell’humus fondamentale, rigenerandolo, senza il quale diviene impossibile portare avanti attività di agricoltura biologica.

 

27 Marzo 2021

La Tutela della biodiversità agricola

attraverso il metodo dell'Agricoltura Biologica

L’ambiente è il luogo dove si svolge l’attività agricola, quindi, lo strumento principale che l’uomo utilizza a fini produttivi e, nello stesso tempo, l’agricoltura è componente essenziale dell’ambiente e del paesaggio.

Non c’è dubbio che i processi che hanno interessato lo sviluppo dell’agricoltura fino ad ora e quelli che, inevitabilmente, la interesseranno in futuro, hanno avuto ed avranno conseguenze positive e negative sull'ambiente.

 

26 marzo 2021

Uno sguardo fiscale

alle attività multifunzionali dell’agricoltura

Aspetti fiscali ed agevolazioni al centro del sesto incontro del progetto di “Agricoltura è”

 

La fiscalità del settore agricolo e delle attività multifunzionali al centro del sesto appuntamento del progetto “Agricoltura: Laboratorio di Arte, Cultura, Ambiente e Benessere” promosso daAgricoltura è”, associazione dell’ANPA - LiberiAgricoltori Calabria e cofinanziato dal FEARS – PSR Calabria 2014/2020 nella misura di sostegno per progetti dimostrativi e azioni di informazione. Sviluppatosi sull’apposta piattaforma digitale, l’iniziativa continua ad includere sempre più imprenditori del settore agricolo, animati dalla volontà di approfondire ogni aspetto della multifunzionalità delle proprie aziende.

GENNARO DAVOLAOspite di quest’ultimo incontro il Dottore Commercialista Gennaro Davola, esperto nel campo della fiscalità nell’agricoltura che, nelle quattro ore pomeridiane, ha fornito ai convenuti ogni delucidazione tecnica per un’ottimale gestione delle aziende agricole, conparticolare riferimento alle attività multifunzionali che in esse si sviluppano.

 

25 Marzo 2021

Aziende agricole multifunzionali e normativa igienico-sanitaria

A tu per tu con il dirigente Asp, Francesco Faragò, per un’adeguata preparazione ai controlli

Gli imprenditori agricoli si confrontano direttamente con l’apparato chiamato a vigilare in merito all’osservanza delle normative igienico-sanitarie all’interno delle strutture agricole. Un’opportunità offerta grazie al quinto modulo del ciclo di seminari nell’ambito del progetto “Agricoltura: Laboratorio di Arte, Cultura, Ambiente e Benessere” promosso daAgricoltura è”, associazione dell’ANPA - LiberiAgricoltori Calabria. La normativa igienico-sanitaria inerente le aziende agricole multifunzionali è stata delineata nelle quattro ore di incontro in cui, in modo chiaro ed esaustivo, ha argomento Francesco Faragò, Direttore f.f. della Unità Operativa Complessa di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell’Asp di Catanzaro e Lamezia Terme.

L’intervento del dirigente, anche questa volta, è stato preceduto da un resoconto generale in merito alle argomentazioni fin qui trattate e da una rapida illustrazione del quadro normativo nazionale e regionale, sviluppato dalla presidente di “Agricoltura è”, Rosa Critelli, che ha lasciato aperto uno spiraglio per eventuali e futuri chiarimenti qualora l’abbondante tempo messo a disposizione della tematica non riuscisse comunque a chiarire i dubbi ai numerosi convenuti.

 

18/03/2021

La fiscalità del settore Agricolo

e delle attività multifunzionali

Le aziende agricole sono soggette alle norme fiscali e contabili previste con la specificità per le sole attività connesse. Infatti, nell’intento di normare le attività multifunzionali, il legislatore tributario ha introdotto nel sistema fiscale italiano un regime specifico rivolto a disciplinare l’agriturismo e le altre attività multifunzionali. 

Di questo ma, anche di incentivazioni e agevolazioni, con il Dott. Gennaro Davola, esperto in fiscalità dell'Agricoltura, discuteremo nel sesto modulo dei seminari previsti nell'ambito del progetto "Agricoltura: Laboratorio di Arte, Cultura, Ambiente e Benessere.

LOCANDINA 6 MODULO

 

15 Marzo 2021

La Normativa Igienico - Sanitaria

per le aziende Agricole e Multifunzionali

L’agriturismo, la prima fra le attività multifunzionali riconosciuta, è nato come risposta alle esigenze manifestate dai flussi turistici: una domanda ispirata ad una vacanza diversa, tranquilla, a contatto con la natura ma, soprattutto, con la possibilità di poter mangiare prodotti genuini, tipici, cucinati come una volta…..Senza nulla togliere, però, alla sicurezza e alla qualità igienico - sanitaria degli alimenti degustati o acquistati nelle aziende agricole/agrituristiche.

 

12 Marzo 2021

Tradizione ed innovazione:

tra potenzialità e limiti nella multifunzionalità dell’impresa agricola

L’avv. Rizzuto ospite nel quarto modulo dei seminari promossi da “Agricoltura è”

«Impresa agricola multifunzionale: tra tradizione e innovazione, potenzialità e limiti». È stato il tema caratterizzante del quarto modulo inserito nel ciclo di seminari del progetto "Agricoltura: Laboratorio di Arte, Cultura, Ambiente e Benessere”, promosso da “Agricoltura è”, associazione dellANPA - LiberiAgricoltori Calabria. Insieme ad agricoltori e tecnici del settore è stata avviata una attenta riflessione sui principi che caratterizzano le attività multifunzionali dell'agricoltura, le leggi e i regolamenti ad oggi in vigore, nonché inquadrando con scrupolosità il panorama legislativo futuro, alla luce dell'evoluzione già avvenuta o che si auspica avverrà in futuro.

6 Marzo 2021

Agricoltura Multifunzionale

tra Tradizione e Innovazione

Questa la tematica che caratterizzerà il quarto modulo dei Seminari previsti nell'ambito del progetto "Agricoltura: Laboratorio di Arte, Cultura, Ambiente e Benessere".

Sarà l'occasione di un confronto tra l'Associazione Agricoltura è, l'ANPA - LiberiAgricoltori Calabria, Agricoltori e tecnici sui principi che caratterizzano le attività multifunzionali dell'agricoltura, le leggi e regolamenti che regolano la materia attualmente e l'inquadramento legislativo futuro che necessita  alla luce dell'evoluzione già avvenuta o che vorremmo avvenisse per il settore. da questo punto di vista, molto interessante sarà la relazione dell'Avv. Maria Carlotta Rizzuto che proprio su questi argomenti sta conducendo una ricerca presso l'Università Magna Graecia di Catanzaro.

4 marzo 2021

Le fattorie sociali ed il rilevante contributo dell’agricoltura verso quanti necessitano di un concreto supporto

Svolto il terzo appuntamento del ciclo di seminari promossi da “Agricoltura è” Calabria

Concluso positivamente anche il terzo appuntamento del progetto “Agricoltura: Laboratorio di Arte, Cultura, Ambiente e Benessere” promosso dall’associazione “Agricoltura è” Calabria e cofinanziato dal FEARS – PSR Calabria 2014/2020 nella misura di sostegno per progetti dimostrativi e azioni di informazione. Al centro del nuovo incontro, una delle realtà più antiche ed importanti nell’ambito del settore agricolo: la fattoria sociale. Un ambito molte volte lasciato ai margini dell’attenzione del legislatore ma che trova un ruolo fondamentale tra le attività multifunzionali, l’ultima riconosciuta ma quella da sempre esistita tra le famiglie che vivono questo settore.

Notevole partecipazione, che continua a crescere incontro dopo incontro, attraverso la piattaforma digitale “Zoom” che unisce imprenditori ed agricoltori di ogni angolo della regione, garantendo una partecipazione attiva fatta di interventi, chiarimenti e quesiti.

A relazionare sulla tematica è la presidente di “Agricoltura è”, Rosa Critelli, che in modo chiaro delinea ai presenti il corso degli eventi che hanno permesso all’agricoltura o fattoria sociale di ricevere un riconoscimento ufficiale, permettendo alla stessa di essere un importante strumento d’aiuto per i servizi alla popolazione. L’azienda agricola diviene così una valvola di sfogo per situazioni di disagio, che già in passato ha concesso in modo semplice, spontaneo, un aiuto concreto a quanti siano affetti da menomazioni psicofisiche temporanee o permanenti, ma anche per mantenere in attività soggetti anziani o garantire una sana ed equilibrata crescita dei bambini. Il supporto del settore agricolo localizzato nell’ambito delle fattorie sociali, ha altresì contribuito al recupero di tossicodipendenti, fornendo servizi sociali impliciti, praticati, per l’appunto, senza avere quasi la contezza di ciò che si svolge, in quanto il soggetto è letteralmente rapito da quell’attività e la porta avanti in modo del tutto naturale.

Percorso

Facebook