28 Settembre 2016

Articolo di Giuseppe Mangone

E’ Vero. Sono un nostalgico

Avendo destinato oltre 40 anni della mia vita, senza macchia alcuna, alla battaglia politico – sindacale in favore dell’agricoltura e degli agricoltori, ho ben presente l’evoluzione del settore, della rappresentanza e dei rapporti tra le Organizzazioni Agricole. Non c’è dubbio che ho una certa nostalgia dei tempi in cui intrattenevo rapporti sindacali e di amicizia con autorevoli dirigenti quali L’On. Ernesto Pucci (presidente di coldiretti) e Francesco Martucci (presidente di Confagricoltura) quando tutte le organizzazioni marciavamo compatte e unite per difendere gli interessi del mondo agricolo. Perché questi e solo questi erano al centro dell’iniziativa singola e unitaria. E’ proprio grazie a quella azione unitaria che sono stati conquistati e messi in atto strumenti di partecipazione e programmazione importanti in diversi campi: nell’olivicoltura, nell’agriturismo, nella zootecnia, nella bonifica, etc. A seguito della scelta di coldiretti di inseguire la chimera di arrivare ad essere la rappresentante esclusiva dell’agricoltura, tentativo platealmente fallito, come dimostrano gli stessi dati forniti da coldiretti e che ho commentato nel precedente articolo, quegli strumenti oggi sono spesso sede di rissa (penso all’APA di Cosenza dove, in fase di rinnovo degli organi, sono dovuti intervenire i carabinieri) o sono stati resi assolutamente inefficaci. L’attuale Unione Regionale delle Bonifiche, ad esempio, e i consorzi di bonifica ancora a guida coldiretti, sono stati radicalmente trasformati

da strumenti di autogoverno dei produttori a strumenti di potere coldiretti utili, entrambi, solo per drenare risorse per pagare le plateali iniziative dell’organizzazione di Molinaro. Ma, come ho già detto, molti dirigenti dei consorzi non accettano più tale insostenibile situazione e hanno già abbandonato la coldiretti mentre altri, da notizie certe, sono in procinto di farlo. Per quanto riguarda la performance dell’ANPA rinvio il presidente Molinaro alla lettura dell’esito dell’istruttoria fatta dalla regione, durata oltre un anno, all’interno della quale sono riportati tutti i dati relativi alla rappresentanza, comparati con quelli delle altre organizzazioni e regolarmente trasmessa dalla regione a tutti. Per quanto riguarda l’iniziativa politico – sindacale rinvio, invece, se gli fossero sfuggiti, alla consultazione di tutti i documenti pubblicati sul sito dell’ANPA Calabria. Vorrei, inoltre, ricordare che a seguito della richiesta della regione, solo l’ANPA ha trasmesso il proprio libro soci, indicando anche il CAA presso il quale ogni socio ANPA tiene il proprio fascicolo aziendale. Per quanto riguarda i procedimenti amministrativi o penali, in corso o conclusi, che vedono coinvolto Molinaro, ripeto, sul piano politico è un problema della Coldiretti e, soprattutto, degli agricoltori ad essa associati, sul piano legale continuino la loro azione le autorità preposte.

primi sui motori con e-max

Cerca

Articoli recenti

Percorso

Chi è online

Abbiamo 129 visitatori e nessun utente online

Statistiche

Visite agli articoli
1857227

Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Calendario Notizie
November 2020
Mo Tu We Th Fr Sa Su
26 27 28 29 30 31 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 1 2 3 4 5 6