NON SULLE NOSTRE SPALLE

 Pienamente riuscita la manifestazione tenuta a Roma il 14 febbraio 

Pienamente riuscita la manifestazione, indetta dalla LiberiAgricoltori e da Altragricoltura contro la crisi, la malagestione dei fondi pubblici in agricoltura, il trust e il dumping commerciale che sta uccidendo le aziende agricole e i diritti di agricoltori e cittadini. Una delegazione di mille agricoltori provenienti da tutte le regioni d’Italia si è mobilitata davanti il Ministero dell’Agricoltura per l’intera giornata ponendo con forza i seguenti temi:

- la riforma degli strumenti preposti alla gestione ed erogazione dei soldi pubblici destinati all’agricoltura per garantire equità, efficacia, trasparenza; centrali saranno la riforma di AGEA, la revisione delle strategie di ISMEA, la messa in campo di un piano di investimenti e di regole nuove per la messa in sicurezza del suolo e l’accesso alla terra;

- l’adozione di una forte iniziativa legislativa per la Riforma della Commercializzazione dei prodotti agroalimentari a partire da norme efficaci antitrust e antidumping;

- la revisione delle scelte e delle strategie di Politica Agricola Europea per interrompere e capovolgere il processo di marginalizzazione dell’agricoltura mediterranea e, quindi, del nostro Paese;

- la Riforma delle norme e delle regole sulla rappresentanza in agricoltura per garantire la democrazia e la trasparenza sindacale; è, questo punto, un passaggio fondamentale per assicurare agli agricoltori ed ai cittadini italiani una rappresentanza che sia in linea con i dettati costituzionali che sanciscono la libertà sindacale e che, dunque, deve fondarsi sui principi dell’autonomia interrompendo le pratiche, fin troppo estese, di compromissione fra gestione economica e consociazione che limitano e compromettono la funzione democratica del sindacato in agricoltura.

Durante il presidio, una delegazione ha incontrato il Capo di Gabinetto del Ministro, Dr. Zucchi al quale sono stati consegnati i documenti posti alla base della manifestazione.

Il 22 febbraio, la delegazione incontrerà il direttore generale di AGEA, Dr. Papa Pagliardini per avviare un confronto sulle questioni operative, sui problemi e le difficoltà che gli agricoltori registrano nel rapporto con AGEA. Verranno segnalate le criticità e le proposte di soluzioni, con la piena disponibilità a contribuire a fare passi in avanti nel complicato processo di semplificazione e riorganizzazione del funzionamento di AGEA.

primi sui motori con e-max

Facebook

Percorso